Il brevetto

Il brevetto di Assistente Bagnanti è rilasciato dalla F.I.N. sezione Salvamento con autorizzazione dei Ministeri competenti, riconosciuto su tutto il territorio nazionale, può essere abilitato per ognuno dei paesi esteri aderenti all' I.L.S. (International Life Saving), che è riconosciuta dalla W.HO. (Word Health Organization) come unica autorità mondiale di riferimento per la lotta e la prevenzione alle morti per annegamento. Il brevetto rilasciato dalla FIN è a tutti gli effetti un diploma professionale che permette di lavorare nelle piscine e negli stabilimenti su laghi, fiumi, mari i quali, per aprire al pubblico, debbono obbligatoriamente predisporre un adeguato servizio di sorveglianza in acqua; sorveglianza che deve essere, per legge, affidata ai possessori del Brevetto di Assistente Bagnanti.

Il corso (piscina)

I corsi prevedono l’acquisizione di conoscenze dei protocolli di Primo Soccorso, della legislazione pertinente, notizie di anatomia e fisiologia, nozioni meteo, di salvaguardia dell’ambiente, organizzazione della Protezione Civile, sul trattamento delle acque, ecc.
Il corso ha lo scopo di addestrare e formare professionisti nel salvamento in grado di:

  • svolgere un servizio di assistenza in ambiente acquatico
  • saper utilizzare le attrezzature specifiche per il soccorso
  • collaborare con il sistema di Protezione Civile per intervenire in situazioni di emergenza
  • conoscere i requisiti igienico-ambientali delle acque
  • conoscere e diffondere i principi di tutela dell’ambiente

Chi può partecipare

I corsi sono rivolti a chi ha compiuto 16 anni ed è già in possesso di ottime capacità natatorie. Tale abilità si acquisisce, attraverso la frequentazione dei corsi organizzati dalle Scuole Nuoto Federali. Al corso si accede attraverso il superamento di una prova pratica che prevede di:

  • eseguire un tuffo da 1 metro
  • nuotare correttamente per 50 metri a crawl
  • nuotare correttamente per 25 metri a rana
  • nuotare correttamente per 25 metri in un terzo stile
  • recuperare un oggetto a 3 metri di profondità oppure percorrere 12 metri in apnea subacquea
  • mantenere una posizione verticale per 20 secondi

Documenti da presentare

  • domanda di iscrizione al corso (in allegato)
  • copia carta di identità
  • copia tessera sanitaria/codice fiscale
  • certificato medico per attività sportiva non agonistica

Durata

Il corso ha una durata complessiva di 40 ore le quali si dividono in lezioni teoriche in aula e pratiche in acqua.
A conclusione del corso, di fronte a Commissione d’esame, il candidato dovrà dimostrare le competenze acquisite sia nelle tecniche di salvataggio in acqua, che nelle manovre di rianimazione a secco oltre agli altri argomenti in programma.

Esame finale (piscina)

La concessione del brevetto prevede oltre al superamento d’un esame orale relativo alla parte teorica, il superamento di prove pratiche in acqua consistenti in:

  • 100 metri a crawl in meno di 1’40”
  • 50 metri in meno di 1’25” così effettuati:
    • andata 25 metri nuotati a crawl a testa alta recuperare un manichino a una profondità di almeno 1,50 m
    • ritorno 25 metri di trasporto del manichino o figurante
  • 25 metri in apnea (recuperando 3 oggetti sul fondo)
  • 25 metri di trasporto del manichino o pericolante (con tre diverse tecniche)

Credito formativo

Attraverso la partecipazione al corso per Assistente Bagnanti tenuto presso le Scuole Nuoto Federali, verrà riconosciuto un credito formativo, per gli studenti delle scuole aderenti. I corsi sono tenuti da docenti laureati (medico, ingegnere) e dai nostri Allenatori di Nuoto e Nuoto per Salvamento della Federazione Italiana Nuoto.

Estensione MIP (mare/acque interne/piscine)

Nel mese di maggio per gli Assistenti Bagnanti in possesso della qualifica P o IP viene organizzato il corso integrativo della durata di 10 ore per l’acquisizione delle abilità marinaresche e delle tecniche di vogata su pattino, finalizzato all'estensione MIP del brevetto che abilita all'esercizio della professione in mare.
L'esame finale è presieduto da ufficiale della Guardia Costiera.

Attestato "Sa Nuotare 2" - abilità al nuoto per salvamento

Con l'entrata in vigore della nuova normativa sugli Assistenti Bagnanti, per il rinnovo del brevetto (a scadenza triennale), è prevista l'obbligatorietà del superamento di una prova pratica in acqua di abilità al nuoto per salvamento denominata "Sa Nuotare 2".

L'Attestato Sa Nuotatore 2 permette l'accesso diretto senza prova di ammissione al corso di Allievo Istruttore FIN.

Le Scuole Nuoto Federali Amici Nuoto Riva, con la propria esperienza maturata dal 2008 con l'organizzazione di 25 corsi di formazione, sono in grado di rilasciare questa certificazione. Per chi avesse necessità di ottenere l'Attestato "Sa Nuotare 2" si svolgerà previa prenotazione.

Competenze specifiche Attestato "Sa Nuotare 2":

- Completa padronanza degli stili base previsti per l’ammissione al corso (esecuzione continua e armonica per almeno 25m)
- Autonomia di almeno 150m (con qualsiasi tecnica)
- Tuffo di testa
- Capacità di eseguire immersioni e capovolte
- Percorrenza di almeno 10m in apnea
- Galleggiamento verticale con le braccia fuori dall’acqua
- Tecniche di avvicinamento, recupero e trasporto di un pericolante

Contattaci

Acconsento al trattamento dei dati personali (leggi le Norme sulla privacy).